“Nonostante le disposizioni del Governo alcune banche stanno intimando ai cittadini terremotati di pagare le rate dei mutui che invece dovrebbero essere sospesi”. A denunciarlo in un’interrogazione scritta depositata oggi in Assemblea legislativa è il consigliere regionale PD Antonio Mumolo.

“Lo scorso maggio – sottolinea il consigliere Mumolo – il Governo ha emanato una serie di norme a sostegno delle popolazioni colpite, che prevedono fra l’altro la sospensione di pagamenti ed utenze fino al 30 settembre 2012. Tante famiglie che hanno perso la casa e il lavoro stanno affrontando spese impreviste perché magari hanno dovuto cambiare paese e devono pagare un affitto, e in questo momento non potrebbero assolutamente sostenere anche il pagamento del proprio mutuo. Per tutte queste persone la sospensione dei pagamenti è un aiuto indispensabile.”

“Nonostante il Decreto sia chiaro ed immediatamente operativo, – prosegue il consigliere regionale – in queste settimane sono arrivate alla Federconsumatori diverse segnalazioni di cittadini residenti nei Comuni colpiti dal sisma, che lamentano la disapplicazione del decreto da parte delle banche. Alcuni cittadini residenti nel Comune di Baricella, inoltre, mi hanno segnalato due casi riferiti alle filiali della Barclays di via Riva di Reno e della BNL di Via Rizzoli a Bologna: nel primo caso si tratterebbe di un’intimazione a pagare a pena di messa in mora e nel secondo di un addebito della rata direttamente sul conto corrente del mutuatario senza applicazione della sospensione”.

“Con l’interrogazione da me depositata ho chiesto alla Giunta regionale se è a conoscenza di questa situazione e – conclude Antonio Mumolo – cosa sia possibile fare per garantire a questi cittadini, già duramente colpiti dal terremoto, un diritto sancito dalla legge”.

17.07.12 Interrogazione Sospensione Mutui

Share This