Sono passati 76 anni dal giorno in cui Bologna fu liberata, 76 anni per non dimenticare e un giorno da ricordare.
Italo Calvino ci disse: “I Partigiani ci insegnano che dobbiamo combattere per una società più giusta”.
Oggi ricordiamo, perché la storia ci insegna il futuro.
Oggi piantiamo, ancora una volta, il piccolo seme della democrazia, della pace, della giustizia sociale e che diventi una pianta rigogliosa nelle menti e nei cuori delle future generazioni.

Le celebrazioni, nel rispetto delle misure imposte dalla pandemia, inizieranno alle ore 10 e saranno trasmesse sulla pagina fb del comune di Bologna https://www.facebook.com/comunebologna

• Alle finestre di Palazzo d’Accursio verranno esposte le bandiere delle brigate partigiane
• Da oggi le Porte di Bologna sono protagoniste dell’installazione pittorica Ciò che resiste, L’abbraccio alla città da parte delle donne e degli uomini della Resistenza. Su ognuna delle 12 Porte sarà esposto il ritratto di una staffetta o di un partigiano, a cui è stato affiancato uno dei primi 12 articoli della Costituzione Italiana. (progetto a cura dell’ANPI di Bologna opere di Antonella Cinelli).

Share This