Riconoscere alla Regione e agli Enti locali “il ruolo determinante nella programmazione commerciale e nell’organizzazione degli orari”. È quanto chiede una risoluzione presentata dalla maggioranza di centrosinistra in Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna e sottoscritta dal consigliere regionale PD Antonio Mumolo.

“Si tratta di un tema molto delicato – afferma Mumolo – perché in gioco ci sono i diritti dei lavoratori dipendenti, dei consumatori e delle imprese, grandi e piccole. Con la crisi economica il potere d’acquisto delle famiglie si è sensibilmente ridotto, con un drastico calo dei consumi. Per migliorare la situazione, tuttavia, non basta liberalizzare totalmente gli orari dei negozi: un fenomeno che crea problemi ai lavoratori, che sono costretti a lavorare anche nei giorni di festa e che non vengono adeguatamente ricompensati.

“Per rigenerare i consumi e ridurre la precarietà lavorativa senza strappi servono regole precise. La Regione Emilia-Romagna e gli Enti locali nella passata programmazione hanno saputo garantire una rete commerciale di qualità, con orari e aperture equilibrate. Serve quindi un confronto urgente con il Governo per intervenire su orari e deroghe alle aperture domenicali e festive degli esercizi commerciali – conclude Mumolo – proprio come ha sottolineato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, in due diverse note inviate al Ministro dello Sviluppo Economico, all’inizio del 2012, riconoscendo il ruolo fondamentale della Regione e degli Enti locali”.

Og 2012041367

Share This