Dopo le due selezioni indette di recente da Arpa Emilia-Romagna per l’assunzione di un collaboratore amministrativo, la prima presso la direzione generale e la seconda presso la direzione amministrativa, con numerosi concorrenti risultati idonei e inseriti nelle graduatorie finali di merito della durata di 3 anni, il 13 giugno scorso, la stessa Arpa “ha indetto un ulteriore selezione per il medesimo profilo professionale con evidente aggravio di costi per la pubblica amministrazione”.

La segnalazione giunge dal consigliere regionale PD Antonio Mumolo in un’interrogazione presentata alla Giunta regionale per sapere se “sia legittima l’indizione di una nuova procedura selettiva, nonostante la disponibilità per lo stesso profilo ricercato di graduatorie ancora in corso di validita”.

Il consigliere del Pd vuole anche sapere se la Giunta non ritenga che tale “modus operandi non infici il principio di buon andamento, economicità, efficacia e celerità dell’azione amministrativa e, infine, se per venire incontro ad esigenze di revisione della spesa pubblica” si pensi di utilizzare in altri enti o Agenzie della Regione le professionalità “già duramente selezionate e disponibili nelle graduatorie in corso di validita”.

Og 2012025855

Share This