Oltre un miliardo di persone nel mondo soffrono la fame e la scarsità di cibo nonostante nel mondo si producano alimenti sufficienti a nutrire ben 11 miliardi di individui. Il tema del diritto del cibo per tutti e della sovranità alimentare per ogni popolo è al centro di una risoluzione bipartisan (PD, Idv, Sel-Verdi, UDC, Lega nord) sottoscritta dal consigliere regionale PD Antonio Mumolo, nella quale si impegna la Giunta regionale ad esprimere l’impegno del territorio emiliano-romagnolo nel combattere la denutrizione e la fame nel mondo e a valorizzare tutte le iniziative di portata internazionale che si svolgeranno su questo tema nelle città dell’Emilia-Romagna. Nel documento si impegna inoltre la Giunta a valorizzare e favorire l’integrazione tra le varie iniziative che ogni anno si realizzano a tal proposito, affinchè possano partecipare all’Expo’ 2015, il cui tema sarà ‘nutrire il pianeta, energia per la vita”.

Parma e l’Emilia-Romagna, si legge nel documento, sono un territorio a forte vocazione alimentare che può diventare un laboratorio per uno sviluppo del mondo che sconfigga fame e denutrizione, ‘crimine contro l’umanita’. A fronte delle numerose realtà emiliano-romagnole (soggetti istituzionali, Ong, associazioni di volontariato, imprese sociali) impegnate per l’affermazione del diritto al cibo e per la sovranità alimentare di ogni popolo, occorre – sottolineano Ferrari e gli altri firmatari – mettere in campo un’azione coordinata di sistema che possa valorizzare e integrare i tanti eventi presenti sul nostro territorio al fine di recepire la ricchezza di esperienze, competenze e proposte.

OG2012004144

Share This