Venerdi 24 giugno, serata di apertura della Festa Comunale PD di Alfonsine alle 21.45 il Consigliere Regionale PD Antonio Mumolo, relatore della legge per il contrasto alle infiltrazioni mafiose e per la promozione dell’educazione alla legalità, approvata dalla Regione Emilia Romagna lo scorso 4 maggio, parlerà di legalità e lotta alle mafie nella nostra regione. Sarà presente Roberta Cappelli, coordinatrice provinciale di “Libera” , l’associazione presieduta da Don Luigi Ciotti che da anni opera nella gestione dei beni confiscati alla mafia. Condurrà il dibattito Laura Guerra, della segreteria PD di Alfonsine.

Antonio Mumolo , avvocato da tempo impegnato nel campo della difesa della legalità e dei diritti dei cittadini (è fondatore e Presidente dell’Associazione Avvocati di Strada, che conta una ventina di sedi sul territorio nazionale), illustrerà i punti salienti della legge, importante strumento per rafforzare la cultura di legalità del nostro territorio, dove , in diverse zone e da alcuni anni, sono ormai presenti gruppi criminali organizzati, propaggini di cosche radicate in altre regioni, e che operano prevalentemente nel settore edile e nel gioco d’azzardo.

La legge prevede l’attivazione di un Osservatorio Regionale, interno all’Amministrazione, che raccoglierà tutti i dati ed il materiale disponibile, accumulato negli anni da amministrazioni, forze dell’ordine ed associazioni. Questo renderà possibili controlli incrociati, ampi ed efficaci, necessari al monitoraggio delle attività criminali.

Per promuovere la cultura della legalità verranno attivati percorsi didattici nelle scuole di ogni ordine e grado, saranno realizzate iniziative pubbliche e verrà istituita la Giornata Regionale delle vittime di mafia, che coinciderà col 21 marzo.

Altro punto importante e qualificante è quello relativo alla velocizzazione delle procedure burocratiche per l’utilizzo dei beni sequestrati alle cosche, per facilitarne il recupero ad uso sociale.

“Le infiltrazioni mafiose – afferma Mumolo- sono come una goccia d’inchiostro che cade su una carta assorbente e si allarga minacciando l’economia locale e chi si oppone. Scopo della legge è rendere quella carta impermeabile e questa terra il più possibile inospitale per le mafie ed i loro investimenti.

24.06.11 Alfonsine: “Legge regionale per il contrasto alle infiltrazioni mafiose”

Share This