COMUNICATO STAMPA Mumolo (Pd), “Tutelare e riconoscere l’attività di sfogline e sfoglini e i consumatori attraverso una certificazione regionale e corsi formativi per ottenerla”

Bologna, 22 aprile – Dotare le sfogline e gli sfoglini di un titolo di riconoscimento, attraverso la certificazione delle loro competenze e dell’insieme delle conoscenze e capacità legate alla loro specifica attività e programmare attività formative necessarie al conseguimento della certificazione. E’ quello che chiede alla Regione il consigliere regionale del Pd, Antonio Mumolo, che impegna la Giunta, con una risoluzione, a tutelare la straordinaria e antica arte delle sfogline e degli sfoglini in Emilia-Romagna, conosciuta in tutto il mondo come eccellenza nel mondo culinario e “tornata fortemente alla ribalta negli ultimi anni”. Un’arte – aggiunge – “di cui si stanno perdendo i piccoli e semplici gesti della tradizione, tanto che è sempre più raro trovare delle vere sfogline o dei veri sfoglini”.

“Oggi manca a livello regionale e nazionale una certificazione delle competenze professionali delle sfogline e degli sfoglini che dia un riconoscimento ed al tempo stesso una tutela al consumatore” – spiega, infatti, Mumolo –. “Grazie a questo atto d’indirizzo politico, la Giunta regionale garantirà la certificazione, oltre a costruire percorsi formativi appositi e garantire la valutazione delle esperienze e delle professionalità pregresse, valorizzando i percorsi formativi in essere che siano compatibili ai fini della certificazione regionale”.

“La certificazione – sottolinea il consigliere dem – darà possibilità occupazionali sia presso realtà artigianali, che presso grandi realtà industriali o in ambito imprenditoriale”. Inoltre – conclude – “il riconoscimento tramite certificazione delle competenze specifiche di sfoglina e di sfoglino sarà utile a dimostrare, sia in ambito nazionale che internazionale, le capacità e competenze necessarie per realizzare la vera sfoglia del nostro territorio ed aprirà la strada alla promozione di un insieme di iniziative che possano riscoprire, consolidare e rinvigorire le tradizioni locali e delineare le regole, descrivere le caratteristiche, i requisiti, le tecniche produttive adottate, nonché gli ingredienti utilizzati”.

Insolite strade – Sfide e strategie della prossimità e della prevenzione

Il 9 maggio a Bologna sarò uno dei relatori di “Insolite strade – Sfide e strategie della prossimità e della prevenzione”: una giornata di formazione su giovani, migranti, sostanze psico attive, sex worker, riduzione dei rischi e dei danni, bassa soglia, dimora, genere, netreach, pratiche mutualistiche, supporto fra pari.

Sfide e strategie della prossimità e della prevenzione
Bologna, 9 Maggio 2022 – Via Filippo Re, 6

L’evento, organizzato dal Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna e dall’Università della Strada Gruppo Abele, vedrà la partecipazione di numerosi esperti di settore, rappresentanti delle istituzioni e del mondo accademico. Tra di loro il presidente del Gruppo Abele Don Luigi Ciotti.

AGORÀ “AVRÒ CURA DI TE” Un medico di base per le persone senza dimora

Oggi le persone senza dimora in Italia, non possono curarsi ed hanno diritto solo ad accedere al Pronto soccorso. Con molte associazioni il 18 marzo nel corso di questa agorà chiederemo che venga approvata, a livello nazionale, una legge per ovviare al problema in tempi brevi. All’agorà interverranno il Ministro della Salute Roberto Speranza e il segretario del Pd Enrico Letta. Sarà un momento molto importante per raggiungere un risultato altrettanto importante e che cambierebbe la vita di molte persone.

Per sostenere l’iniziativa e iscriversi all’evento: https://tinyurl.com/avrocuradite