La commissione “Territorio, ambiente e mobilità” ha approvato all’unanimità una risoluzione presentata dal Gruppo del Pd che chiede alla Giunta, in seguito all’esperienza della Regione all’Expo di Milano, di fare propri gli impegni della Carta di Milano, “proseguendo e rafforzando l’impegno in materia di politiche economicamente, ambientalmente e socialmente sostenibili”. Nel documento, si chiede: “di adottare norme che consentano una più semplice redistribuzione del cibo in eccesso ai non abbienti sul territorio”; di “rafforzare la cooperazione con i Paesi emergenti su questi temi, al fine di garantire e rendere effettivo il diritto al cibo e la sovranità alimentare”; di “rafforzare le leggi in favore della tutela del suolo agricolo, per regolamentare gli investimenti sulle risorse naturali, tutelando le popolazioni locali e combattendo il lavoro sia minorile sia irregolare nel settore agroalimentare”.

La risoluzione Pd chiede, inoltre, di promuovere il tema della nutrizione e diffondere la cultura della sana alimentazione a partire dalle scuole, attraverso stili alimentari sani e sostenibili in grado di ridurre il disequilibrio alimentare; di “valorizzare la biodiversità a livello sia locale sia globale e promuovere patti riguardo le strategie alimentari urbane e rurali in relazione alla sostenibilità e all’accesso al cibo sano e nutriente, sviluppando inoltre un sistema di commercio aperto, basato su regole condivise e non discriminatorio, capace di eliminare le distorsioni che limitano la disponibilità di cibo”.

Infine, l’impegno della Giunta dovrà essere quello di “aumentare le risorse destinate alla ricerca, al trasferimento dei suoi esiti, alla formazione e alla comunicazione, avendo soprattutto come obiettivo prioritario quello di una gestione delle risorse in grado di contrastare il cambiamento climatico all’interno di una prospettiva strategica e di lungo periodo”.

Per dichiarazioni di voto è intervenuta la consigliera Silvia Piccinini (Mov5stelle). “Testo condivisibile, anche se con contenuti generici. Quello che mi preme sottolineare- ha detto- sono le politiche poco sostenibili avanzate da questa Regione”.

Il documento, oltre a Lia Montalti, è stato sottoscritto dai consiglieri Francesca Marchetti, Zoffoli, Poli, Prodi, Ravaioli, Nadia Rossi, Bessi, Mori, Boschini, Rontini, Caliandro, Zappaterra, Calvano, Lori, Pruccoli, Bagnari, Sabattini, Serri, Cardinali, Mumolo e Paruolo.

Share This