Il gruppo consiliare del Pd ha presentato una risoluzione all’Assemblea legislativa , primo firmatario Giuseppe Pagani, per chiedere alla Giunta di istituire un tavolo di coordinamento delle operazioni di solidarietà, al momento messe in atto da associazioni e singoli in modo non organico, per aiutare le popolazioni della Bosnia e della Serbia colpite nel mese di maggio dall’alluvione e di attivare la Protezione civile dell’Emilia-Romagna per valutare la possibilità di inviare mezzi e uomini nelle zone devastate.

Nel documento, sottoscritto anche dal consigliere regionale PD Antonio Mumolo. i firmatari chiedono di fare quanto è nelle possibilità della Regione per facilitare e sostenere l’invio di aiuti umanitari e le operazioni di soccorso e, soprattutto, attivare percorsi per la ricostruzione e il post-emergenza al fine di ripristinare le attività produttive, le infrastrutture pubbliche come scuole e ospedali e l’assistenza alle fasce più vulnerabili.

La risoluzione, infine, invita la Giunta ad impegnarsi presso il Governo per sollecitare un più consistente invio di aiuti economici ed umanitari ai Paesi confinanti, da sempre legati all’Italia da vincoli non solo geografici ma di amicizia e solidarietà, e di valutare la possibilità di favorire l’istituzione di un “Fondo regionale per l’emergenza in Bosnia e Serbia” per il reperimento di fondi da inviare in aiuto alle popolazioni colpite.

ALLEGATO
5603 Risoluzione per impegnare la Giunta a porre in essere azioni volte ad attivare forme di sostegno e di solidarietà nei confronti dei cittadini e dei territori di confine tra Serbia e Bosnia-Herzegovina colpiti, nel mese di maggio 2014, da una violenta alluvione causata dal fiume Sava. A firma dei Consiglieri: Pagani, Piva, Mumolo, Fiammenghi, Montanari, Casadei, Marani, Ferrari, Moriconi, Mori, Monari, Mazzotti

Share This