“Per la prima volta in Italia, un Tribunale ammette la trascrizione di un matrimonio contratto all’estero fra due persone dello stesso sesso. Si tratta di una novità assoluta davanti la quale la politica non può restare ferma”. Commentano così i consiglieri regionali PD Antonio Mumolo e Thomas Casadei la decisione di ieri del Tribunale di Grosseto, che ha accolto il ricorso di due italiani che si erano sposati a New York.

“Nell’ultimo anno New York, la Francia, l’Inghilterra e la California hanno aperto il matrimonio alle coppie omosessuali, e la decisione del giudice – sottolineano i consiglieri PD – è un segnale chiaro: non possiamo rimanere fermi mentre il mondo intorno cambia. E’ tempo che anche l’Italia si doti di leggi che garantiscano pieni diritti a tutte e tutti, e che siano all’altezza di una società pluralista come quella in cui viviamo”.

Share This