circo-erraniSenza volere imporre per legge la totale abolizione della presenza della fauna esotica nei circhi, è però necessario affermare che, non trattandosi di un servizio essenziale, una comunità possa decidere, attraverso la propria amministrazione, di fare una scelta diversa, ossia di consentire nel proprio territorio l’attendamento e l’esercizio solo ai circhi nei quali non si utilizzano animali esotici.

Lo scrivono in una risoluzione consiglieri del Pd, primo firmatario Giuseppe Paruolo, e di Sel-Verdi, Idv, Fds, Lega Nord, M5s e Misto, per chiedere alla Giunta di intervenire in tutte le sedi opportune per tutelare la possibilità di ogni Comune di scegliere se consentire o negare nel proprio territorio l’attendamento di circhi e lo svolgimento di spettacoli circensi che fanno uso di animali esotici (primati, delfini, lupi, orsi, grandi felini, foche, elefanti, rinoceronti, ippopotami, giraffe, rapaci diurni e notturni) anche attraverso la revisione della normativa nazionale che eventualmente si ritenesse necessaria.

Risoluzione proposta dai consiglieri Paruolo, Meo, Barbati, Bernardini, Casadei, Piva, Malaguti, Donini, Defranceschi, Carini, Monari, Alessandrini e Mumolo in merito alle possibilità dei Comuni di scegliere se negare o consentire nei loro territori l’attendamento dei circhi e lo svolgimento di spettacoli circensi (11 02 14). (PDF)

Share This