biciL’Assemblea legislativa ha approvato all’unanimità dei presenti una risoluzione presentata dal consigliere regionale PD Antonio Mumolo nella quale si impegna la Giunta regionale a promuovere e incentivare l’uso della bicicletta, a partire dagli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti regionali, con misure finalizzate a garantire la sicurezza dei ciclisti, ma anche la tutela dei mezzi a due ruote troppo spesso oggetti di furto.

“L’utilizzo della bicicletta per recarsi al posto di lavoro – sottolinea Antonio Mumolo – rappresenta una pratica socialmente utile e meritevole, anche perché contribuisce a decongestionare il traffico e migliorare l’ambiente e ha effetti positivi sulla salute delle persone che utilizzandola possono fare esercizio fisico. I dati ci dicono che sempre più persone in Italia in questi anni hanno deciso di utilizzare la bicicletta e, forse anche a causa della crisi economica e dell’aumento dei prezzi della benzina, sappiamo che quest’anno la bici ha sorpassato l’auto nelle vendite: una cosa che non succedeva dal 1953, il periodo precedente al boom economico del dopoguerra. Io credo che si debba approfittare di questo felice “trend” e cercare di mettere in campo politiche che possano convincere le persone ad abbandonare l’auto”.

“Con la risoluzione approvata oggi – conclude Mumolo – impegniamo la Regione a favorire l’uso della bici come mezzo di locomozione principale per gli spostamenti ordinari e a prevenire e contrastare, nei limiti delle proprie competenze, il fenomeno dei furti di bicicletta in tutto il territorio regionale, “anche sollecitando e sensibilizzando le amministrazioni locali a realizzare un sistema di anagrafe delle biciclette suscettibile di essere sistematizzato con il Registro italiano bici. Nell’atto di indirizzo si chiede inoltre alla Giunta di sviluppare progetti “di sensibilizzazione dei collaboratori regionali circa le opportunità e i vantaggi derivanti dall’utilizzo delle bicicletta come mezzo di trasporto alternativo per recarsi al posto di lavoro” e di realizzare nelle aree antistanti alle strutture regionali parcheggi di biciclette “adeguati nel numero di stalli e dotato di un efficiente sistema di sorveglianza”.

Og 2013029246

Share This