“A partire dal 1 gennaio 2013 la Regione Emilia-Romagna rimborserà direttamente i cittadini che hanno subito danni in ambito sanitario e farà a meno delle compagnie assicurative in ambito sanitario. L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha approvato oggi un progetto di legge che da il via ad una sperimentazione che consentirà un grande risparmio per l’ente regionale”. A darne notizia è il consigliere regionale PD Antonio Mumolo.

“L’esperimento – sottolinea Mumolo, componenente della Commissione Regionale Politiche per la Salute e Politiche sociali – interesserà le Ausl della Romagna, il Sant’Orsola di Bologna e l’azienda ospedaliera di Reggio Emilia e funzionerà così: per i risarcimenti fino a 100mila euro (il 90 per cento dei casi), la gestione sarà delle singole aziende sanitarie, tra i 100mila e lmilione 500mila ci sarà una cogestione tra aziende e Regione, oltre il milione e mezzo sarà indetto un bando europeo per un unica polizza regionale.

“Negli ultimi anni i premi assicurativi sono saliti molto, e la forbice tra i costi pagati dalla Regione alle compagnie assicurative e i risarcimenti incassati si è allargata moltissimo: se si considerano gli anni dal 2006 al 2011 vediamo che la Regione ha pagato 260 milioni di euro di premio contro 40 milioni di risarcimenti. Tutte risorse – conclude il consigliere PD – che potranno essere risparmiate e potranno essere utilizzate per migliorare la prevenzione dei sinistri e rendere più rapidi i risarcimenti, con una ricaduta positiva sull’intero sistema”.

Share This