Il consigliere regionale Antonio Mumolo ha sottoscritto la risoluzione presentata dal Gruppo PD (prima firmataria Palma Costi) per chiedere alla Giunta la definizione e il riconoscimento del ruolo del “caregiver familiare”, anche con l’istituzione di una giornata regionale (il “caregiver day”) per dare visibilità a questo ruolo, spesso “invisibile”, in modo da favorire una maggiore consapevolezza pubblica sulle tematiche del caregiving familiare.

Il familiare che si prende cura di un proprio caro ammalato, fragile o in condizioni di disabilità (questo il ruolo del caregiver familiare), senza ricevere compenso e subendo “pesanti impatti” sulla salute, sulle relazioni e sulle condizioni di vita e di lavoro, rappresenta, a parere dei firmatari, una risorsa di “incommensurabile valore” sia per la famiglia, che per la comunità.

La risoluzione sollecita quindi la Giunta a operare per sostenere le persone con responsabilità di cura, coinvolgendole nella progettazione di servizi di cura locali e nella pianificazione di pacchetti di cura individuali, e per fornire un supporto formativo al caregiver familiare, aiutandolo anche a conciliare l’impegno di cura con quello sociale e lavorativo.

La Giunta regionale dovrà anche intervenire presso il Governo per il riconoscimento del sostegno al caregiver familiare quale Livello essenziale delle prestazioni sociali (Leps) e sanitarie (Lea) per le patologie croniche, garantite dello Stato.

I consiglieri chiedono infine all’esecutivo che solleciti il Governo affinchè venga definita una giornata nazionale dedicata al caregiver familiare, sia realizzata una rilevazione di dati statistici su questa attività e si attivino politiche di ulteriore deducibilità fiscale e di credito d’imposta dei costi sostenuti dai caregiver familiari per la cura del familiare assistito.

Risoluzione proposta dai consiglieri Costi, Marani, Monari, Zoffoli, Casadei, Carini, Ferrari, Mori, Alessandrini, Moriconi, Barbieri, Luciano Vecchi, Piva, Mumolo, Mazzotti, Montanari e Bonaccini affinchè la Giunta definisca il ruolo del caregiver familiare e si attivi presso il Governo per il riconoscimento del caregiver quale livello essenziale delle prestazioni sociali e sanitarie per le patologie croniche.

OG2012006086

Share This