(ANSA) – BOLOGNA, 3 MAR – Il Pd bolognese aprira’, praticamente a costo zero, i suoi 140 circoli alle associazioni del territorio: ”Vogliamo tornare alle Case del Popolo e a dare appoggio a chi fa qualcosa per gli altri”, ha spiegato il responsabile del progetto ‘Circoli aperti’ Antonio Mumolo.

Sedi e locali saranno offerti a chi ne fara’ richiesta, al solo costo delle spese vive: ”Formalizzare il loro uso a favore del volontariato e’ un altro modo per essere civici”, ha sottolineato il segretario Raffaele Donini, che aveva inserito la proposta tra i punti di rinnovamento del partito presentati prima delle primarie.

L’idea e’ venuta a Mumolo da un’esperienza di 12 anni fa, quando era segretario di sezione alla Bolognina: ”Venne da me un gruppo di pittori e mi chiesero un posto dove fare lezioni, io offrii loro la nostra sala”, ha raccontato. D’altronde, ha proseguito, ”abbiamo come partito uno spazio inutilizzato per le persone e per il territorio da dare a chi fa qualcosa per gli altri”. Sul sito del progetto (www.circoliaperti.pdbologna.org) una cartina evidenza circoli e associazioni ‘confinanti’:

”Nell’arco di sei mesi, ogni circolo Pd dovra’ dare sede ad almeno un’associazione”, e’ l’obiettivo di Mumolo. (ANSA)

Share This