Apcom riporta la proposta di Ignazio Marino e Antonio Mumolo lanciata durante l’assemblea nazionale del PD del 21 e 22 maggio

Roma, 22 mag. (Apcom) – “Il patrimonio immobiliare del partito deve diventare patrimonio politico. Apriamo le sedi del Partito Democratico, quando non sono utilizzate per iniziative politiche, alle associazioni di volontariato del territorio, in modo da avvicinare le persone alla politica e coinvolgerle attivamente nella costruzione di un partito dinamico”. Questa la proposta del senatore del Pd Ignazio Marino e del consigliere regionale Antonio Mumolo, durante l’assemblea nazionale del Pd.

“Noi sogniamo – continua Marino – un partito diverso, aperto alle migliori energie della società. L’apertrta dei circoli alle associazioni e alla società civile è un piccolo passo ma molto significativo nel percorso di apertura del partito a tutti i cittadini”.

Share This