Dall’Unità di Bologna «Non deve essere unità a tutti i costi». I sottomarini ne sono convinti e fanno squillare le trombe in vista della battaglia per la segreteria: dopo la direzione del 23 aprile decideranno se proporre un loro candidato per via Rivani. «Non sarebbe una cosa scandalosa», osserva il neo-consigliere regionale Antonio Mumolo. Ciò che non va è l’«unanimismo» a tutti i costi, «di facciata», pur di evitare uno scontro in campo aperto nella città del caso Delbono. Una soluzione sgradita anche agli “autoconvocati”, che potrebbero schierare uno dei loro. «Se troviamo una soluzione unitaria bene – sintetizza Mumolo – ma deve rappresentare il rinnovamento. Altrimenti, chi vuole si candidi. E chi vincerà sarà segretario».
16 aprile 2010 pubblicato nell’edizione di Bologna (pagina 55).
L’articolo sul sito dell’Unità

Share This