Oggi sono stato inviato alla presentazione del bilancio sociale di Auser Bologna. Purtroppo non ho potuto partecipare ma ho inviato questa testimonianza scritta.

Bilancio sociale Auser Bologna

19 maggio 2017

Buongiorno a tutte e a tutti
pur non potendo essere presente per impegni di lavoro ci tenevo a farvi sapere che con la mente e con il cuore sono insieme a voi.
Come sappiamo tutti la povertà in Italia aumenta. Ci sono oltre 10 milioni di poveri nel nostro Paese ma i ricchi diventano sempre più ricchi. Lo Stato destina sempre meno risorse alle persone più deboli e chi si occupa di loro?
Se ne occupano i volontari, quelli che oggi corrono, come nuove staffette partigiane, in aiuto di chi ha bisogno
Secondo un’indagine Istat, oltre sei milioni e mezzo di persone in Italia fanno volontariato in modo organizzato o individuale.
La stessa indagine mostra che fare volontariato contribuisce al benessere psicologico, favorisce la partecipazione politica, genera fiducia e sembra avere anche un valore professionalizzante.
Fare volontariato fa certamente bene a sé stessi ed alla collettività.
Ma alla base del volontariato dell’Auser c’è anche un ideale di giustizia sociale, di uguaglianza, di equità, di diritti per tutti, di solidarietà.
È anche per questo che la vostra azione ha un grande valore sociale.
Voi riuscite a rendere protagoniste persone in tutte le età della vita, valorizzando il contributo che ciascuno può dare e mettendo sullo stesso piano chi aiuta e chi l’aiuto lo chiede.
In un momento storico in cui sembrano dilagare logiche economiche del profitto e del tornaconto, in cui spesso le persone sembrano chiudersi nelle loro paure e nelle loro insicurezze, la vostra azione di coinvolgimento, apertura, costruzione di relazioni è necessaria e rivoluzionaria. Perché voi non chinate il mento, non vi rassegnate e siete disposti, quando serve, ad andare in direzione ostinata e contraria come diceva Don Gallo.
E un’ultima cosa vorrei dirvi.
Chi fa volontariato ha il dovere di essere trasparente.
La scelta del bilancio sociale conferma l’integrità di un’associazione che ha sempre operato correttamente, mantenendo il proprio legame con il territorio e con le persone che lo vivono e rendendo conto a tutti del proprio operato.
Secondo (Henry David) Thoreau “la solidarietà è l’unico investimento che non fallisce mai.” Continuate in questa direzione.
Non ci sono parole per ringraziarvi per quello che fate ma, anche se le conoscessi, come disse il poeta, io rimarrei muto di orgoglio.
Antonio Mumolo.

Share This