Bologna, 28 apr. – (Adnkronos) – Un incontro con il commissario di Bologna, Anna Maria Cancellieri, per discutere di testamento biologivo. Lo hanno chiesto in una lettera i consiglieri regionali che appartengono ai vari partiti della maggioranza Gian Guido Naldi (Sel), Giovanni Favia (5 stelle), Franco Grillini (Idv), Antonio Mumolo (Pd) e Roberto Sconciaforni (Fed. Sin.). In particolare, i firmatari della missiva, chiedono che sia reso operativo il registro dei testamenti biologici, che e’ stato approvato dal consiglio comunale in 25 gennaio.

A Bologna infatti,sottolineano i consiglieri, manca solo il regolamento attuativo per avere il registro delle Dat (Dichiarazioni Anticipate di Trattamento) e in assenza della giunta solo il Commissario Straordinario puo’ scriverlo. La preoccupazione dei consiglieri riguarda l’esame del disegno di legge Calabro’ che la Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati ha quasi terminato. Resta dunque l’ultimo voto dell’Aula e poi il testo finale, che vietera’ anche i registri comunali, sara’ legge.

L’invito al Commissario e’ quindi quello di impegnarsi in questo campo, dialogando anche con le associazioni che compongono la Rete Laica, che hanno raccolto le firme per ottenere questo risultato e con la loro presenza garantirebbero la salvaguardia della laicita’ delle Istituzioni.

Share This