Sabato 23 novembre ho partecipato alla cena di saluto e beneficenza organizzata presso il centro culturale tE:Ze di Bentivoglio a favore dei migranti richiedenti asili che risiedono presso il Centro di Accoglienza Straordinaria, gestito dalla cooperativa sociale Lai momo, nella frazione di Saletto.
IL COMUNICATO STAMPA DELL’INIZIATIVA

La notizia dell’imminente trasferimento dei ragazzi al centro ex Hub Mattei con la definitiva chiusura del Centro di accoglienza è stata accolta con tristezza e rammarico da parte di numerosi cittadini di Bentivoglio.
La consulta delle donne, un gruppo che si è costituito in modo spontaneo e eterogeneo, coordinato da alcune consigliere comunali e Assessore, venuta a conoscenza dell’imminente chiusura ha espresso il desiderio di organizzare una cena di arrivederci per le 15 persone che attualmente sono ospiti della struttura. Il Centro di Accoglienza è aperto dal 2014; i ragazzi qui accolti erano ormai parte parte della comunità senza mai dare nessun problema al paese. Le realtà associative bentivogliesi da anni impegnate a realizzare percorsi di accoglienza attraverso varie esperienze (corsi di lingua italiana , laboratori formativi e civici , partecipazione attiva agli eventi di comunità , sostegno ai ragazzi anche attraverso la donazione di biciclette per permettere loro di muoversi e di cercare lavoro) ma anche i singoli cittadini, la Parrocchia e l’amministrazione comunale hanno accolto la richiesta e si sono attivati per stare insieme, oltre che per cercare soluzioni possibili affinché i richiedenti asilo che hanno trovato lavoro sul territorio, e chi lo desidera, possa ritornare presto nella cittadina.
Il cuore immenso dei volontari coordinati dal Centro sociale il Mulino ha realizzato una serata densa di affetto: un saluto che si spera diventi un arrivederci.
L’intervento di Antonio Mumolo, Presidente dell’Associazione Avvocato di strada, ha chiarito a tutti i partecipanti i contenuti dei Decreti Sicurezza e fornito informazioni ai migranti, offrendo la disponibilità dell’Associazione per accompagnarli nella delicata procedura di trasferimento. Il Sindaco e il Parroco hanno portato i saluti della Comunità.
L’impegno comune è quello di tenere i riflettori accesi su queste tematiche, affinché la positiva esperienza di accoglienza sperimentata a Bentivoglio, volta all’autonomia e all’integrazione attraverso l’interazione tra le persone, possano ritornare ad essere il modello di accoglienza da perseguire.

Share This