La Federconsumatori di Bologna ha denunciato la Tim per il messaggio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, inviato a milioni di italiani via sms, che ricorda orari del voto e di presentarsi ai seggi muniti di tessera elettorale e documento. Nella denuncia, presentata in Questura dall’avvocato Antonio Mumolo, legale dell’ Associazione, si accusa la Tim di aver violato il diritto alla privacy. Nella denuncia il legale sostiene anche che il messaggio, ”sottoscritto da soggetto rappresentante una parte politica con l’ invito esplicito al voto”, e’ di natura elettorale e configura ”una ulteriore violazione delle liberta’ personale di ogni cittadino. Ritengo infine – argomenta ancora l’ avvocato della Federconsumatori – che 26 mln di sms (questa la cifra fornita al legale dalla Tim) avranno un certo costo e vi sia ”anche in questo comportamento un utilizzo improprio di soldi pubblici”.

Share This