aggressionegenova

“Le immagini dell’aggressione ai quattro senzatetto avvenuta a Genova lo scorso 25 gennaio in questi giorni stanno facendo il giro del web. Ci auguriamo che servano ad individuare gli aggressori e che possano essere utili per sfatare qualche luogo comune.” Lo dichiara Antonio Mumolo, presidente dell’Associazione nazionale Avvocato di strada Onlus.

“Quando presentiamo i dati sulle nostre attività – sottolinea Mumolo – uno dei numeri che desta sempre più stupore è quello delle persone senza dimora che tuteliamo non perché sono state autrici ma vittime di reato. Nel 2012 abbiamo avuto circa un caso a settimana: le persone in strada vengono aggredite, minacciate e derubate in continuazione: è anche per questo che nessuno, contrariamente a quanto spesso si pensa, sceglie di vivere in strada di propria volontà”.

“Sappiamo che le indagini stanno andando avanti. Noi naturalmente siamo a disposizione per assistere gratuitamente le persone aggredite e per fornire loro tutto il sostegno legale di cui potranno avere bisogno. Nel caso in cui i responsabili dell’aggressione venissero individuati, inoltre, crediamo che sarebbe giusto aggiungere alla loro condanna anche l’obbligo di svolgere alcune ore di lavoro di pubblica utilità al servizio di persone senza dimora. Magari – conclude Mumolo – potrebbero venire anche presso la sede genovese di Avvocato di strada, dove conoscerebbero da vicino le sofferenze e le storie delle persone che vivono in strada”.

Share This