02.09.2009 L’azione collettiva: gli infiniti rinvii del governo e la tutela dei consumatori

Mercoledi 2 settembre alle h.18.30 presso la Festa Unità Pd Provinciale, Parco Nord, Bologna, Spazio Forum si terrà l’iniziativa pubblica del Forum Consumo e Risparmio Bologna

“L’azione collettiva: gli infiniti rinvii del Governo e la tutela dei consumatori”

Partecipano
Rosario Trefiletti – Presidente Federconsumatori Naz.
Antonio Mumolo – Coordinatore del Forum Consumo e Risparmio Pd Bologna
Presiede: Paola Savigni – Forum Pd Consumo e Risparmio

23.06.09 Banca MPS e Associazioni dei Consumatori: presentata oggi a Bologna l’iniziativa “Consumer-Lab”

Banca Monte dei Paschi di Siena e le Associazioni dei Consumatori hanno illustrato oggi a Bologna, nel corso della conferenza organizzata per la presentazione del “Consumer-Lab”, le nuove iniziative implementate in Emilia Romagna in favore dei consumatori. “Consumer-Lab” è un tavolo di lavoro comune e di confronto permanente attivato da anni tra Banca Monte dei Paschi di Siena e le più importanti associazioni italiane di consumatori: l’iniziativa presentata oggi a Bologna rende la collaborazione ancora più efficace. Antonio Mumolo ha partecipto alla conferenza stampa.

In questo contesto, la Banca ha adottato a livello nazionale un pacchetto di misure a sostegno dei clienti in difficoltà a causa della crisi economica. Sospensione delle rate di mutuo e prestito personale, copertura assicurativa del mutuo contro la perdita da lavoro, protezione delle rate dal rialzo dei tassi ed una guida innovativa per orientare i consumatori nell’indebitamento, per rispondere alle esigenze specifiche dei tempi.

Allo scopo di individuare le reali esigenze e problematiche dei consumatori locali, per la prima volta una grande banca nazionale si apre all’ascolto non solo degli uffici cittadini delle Associazioni dei Consumatori aderenti ma anche, insieme a loro, di tutta la cittadinanza che voglia sfruttare l’occasione di un apposito “punto d’ascolto” istituito per l’occasione.

Infatti, a partire dal 23 giugno e fino a giovedì 25 giugno, sarà attivo uno specifico “corner”, allestito presso la filiale di Banca Monte dei Paschi di Siena di Bologna in Via Rizzoli 6, per recepire le necessità concrete delle famiglie, clienti o non, del Monte dei Paschi.

Al tavolo dei relatori si sono alternate le testimonianze di Fabrizio Poltronieri, Responsabile dell’Area Territoriale Emilia Romagna di Banca Monte dei Paschi di Siena, Francesco Greco in rappresentanza dell’Unione Nazionale Consumatori e Antonio Mumolo, Coordinatore Provinciale della Consulta Legale di Federconsumatori, che hanno illustrato le motivazioni e le caratteristiche dell’accordo, il “pacchetto anti-crisi” e le attività che Banca Monte dei Paschi di Siena ha elaborato ed implementerà in Emilia Romagna per migliorare il rapporto con i clienti.

L’articolato e concreto piano di aiuto promosso da Banca Monte dei Paschi di Siena in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori è il primo del genere nel panorama bancario nazionale e internazionale, con l’offerta di strumenti innovativi per migliorare la propria sicurezza finanziaria in periodi di rilevante crisi economica.

In concreto le proposte formulate possono così sintetizzarsi:

· Sospensione delle rate dei mutui in essere per un periodo da 6 a fino 12 mesi, privilegiando i clienti senza più impiego, in cassa integrazione, o con minori e/o anziani a carico, oppure soggetti a significative spese mediche periodiche o di assistenza per anziani o disabili. Si tratta di un’operazione di aiuto alle famiglie di estrema rilevanza che verte sui mutui erogati in Emilia Romagna: un impegno reale e incondizionato che risponde alle esigenze di una società stretta nella morsa di una crisi economica epocale.

· Lancio del Mutuo MPS Protezione che, attraverso la presenza di un cap (soglia massima di tasso) permette al cliente di proteggersi da eccessive fluttuazioni al rialzo e quindi pianificare l’incidenza massima della rata sul proprio budget familiare, coniugando i vantaggi del variabile con la sicurezza del fisso, cui viene offerta in abbinamento ma disponibile anche separatamente, la polizza Mutuo Sicuro Plus, disegnata da AXA MPS, in grado di proteggere il cliente dalle conseguenze economiche sia di infortuni che di perdita di impiego.

· Sospensione delle rate per Prestiti Personali erogati da Consum.it tramite Banche del Gruppo Montepaschi, con l’opzione “Fuoriclasse” esercitabile fino a 3 volte senza alcun costo dal cliente in regola con i pagamenti da almeno 12 mesi o con una sola rata in arretrato e che permette di sospendere i pagamenti fino a 6 mesi e ridurre la rata di rimborso fino al 2% del capitale residuo, con durata del rimborso estendibile fino ad un massimo di 24 mesi rispetto alla durata originaria del finanziamento e tasso di interesse invariato per tutta la durata del rapporto.

· Recepimento anticipato di una parte della Direttiva Europea sul Credito ai Consumatori 2008/48/CE, con interventi significativi che prevedono la possibilità per il consumatore di esercitare, entro 14 giorni, il diritto di recesso su un prestito erogato (personale o finalizzato) e la riduzione della commissione di estinzione anticipata applicata al consumatore. Sempre in questo ambito si è trovato spunto per estendere l’ambito di applicazione dell’art. 42 del Codice del Consumo con l’adozione della sussidiarietà della finanziaria a tutela del consumatore in caso di mancata consegna del bene da parte dal negoziante, anche nel caso in cui non si operi in esclusiva.

· Guida e ausilio informativo aggiornato dedicato ai consumatori con la pubblicazione di una Guida al Credito al Consumo per fornire elementi di conoscenza sulle specifiche attività di finanziamento alla persona e sui prodotti che rientrano in questa nomenclatura, qualificando l’uso dei prodotti che implicano indebitamento delle famiglie, al fine di fornire elementi utili a prevenire il rischio da sovraindebitamento.

Banca Monte dei Paschi di Siena in Emilia Romagna è articolata attualmente su 213 sportelli e conta 10 Direzioni Territoriali Retail, 5 Direzioni Territoriali corporate e 1 Direzione Private.

Banca Monte dei Paschi di Siena è la più antica banca al mondo ed è uno dei leader nazionali in tutti i principali comparti di prodotto con un’operatività che spazia dall’attività bancaria tradizionale all’asset management ed ai servizi assicurativi e dall’investment banking alla finanza innovativa, con una particolare vocazione verso il comparto retail delle famiglie e delle piccole e medie imprese.

28.05.09 Federconsumatori. Clamorosa pronuncia del Tar del Lazio che rinvia alla corte costituzionale il Decreto Alitalia,

In una conferenza stampa tenutasi lo scorso 20 marzo (Il video: https://www.antoniomumolo.it/news116.htm), Antonio Mumolo e il Presidente
nazionale di Federconsumatori Rosario Trefiletti, avevano annunciato  pubblicamente che Federconsumatori intendeva ricorrere al Tar del Lazio
contro il monopolio Cai sulla tratta Roma-Milano e contro il provvedimento con cui il governo ha bloccato il controllo Antritrust sulla nuova Alitalia. E’ notizia del 28 maggio 2009 che il Tar del Lazio ha accolto la domanda formulata nel ricorso discusso dall’Avv.Mumolo la scorsa settimana e ha rinviato alla Corte Costituzionale la legge n°166/2008 (Decreto Alitalia) per i pesanti rischi di incostituzionalità e le deroghe ai principi sulla libera concorrenza in essa contenuti.

Con la nascita della Cai si è venuta a creare una pesante situazione di monopolio su alcune tratte nazionali, che ha pesanti ripercussioni sulle
tasche dei consumatori italiani. Basti citare il caso della tratta Milano – Roma, dove un volo di sola andata costa più di 300 euro: cifre che in altri casi sono sufficienti a volare fino agli USA o in Brasile.

Con la legge 166 del 2008 del 28 agosto 2008 il governo attualmente in carica ha stabilito inoltre che la nuova situazione di monopolio non può essere soggetta all’autorizzazione Antitrust per un periodo di tre anni. In questo arco di tempo, dunque, l’Autorità garante di fatto non può svolgere il proprio lavoro e potrebbe emanare solamente delle prescrizioni che non inciderebbero minimamente sulla posizione di monopolio creatasi.

Grazie alla decisione del Tar la Corte Costituzionale dovrà pronunciarsi sulla legittimità della legge. Nell’ordinanza con cui ha rimesso la questione di legittimità del decreto Alitalia alla Corte Costituzionale, il Tar del Lazio afferma che «é verosimile ritenere che la norma di legge abbia discriminato i vettori aerei prevedendo un trattamento più favorevole per le compagnie aeree (Alitalia e Air One, ndr) che, realizzando l’operazione di concentrazione senza il preventivo esame dell’Antitrust sull’eventuale costituzione o rafforzamento di una posizione dominante, hanno incrementato la propria posizione in termini
concorrenziali, con contestuale discriminazione per le altre compagnie
aeree». In particolare, il collegio ha ritenuto che «tale discriminazione non sia ragionevole e, pertanto, risolvendosi in una disparità di trattamento, possa violare l’articolo 3 della Costituzione perché, mentre si rivela lesiva del principio della libertà di concorrenza, la norma di legge non dà conto di quali siano i valori costituzionali perseguiti e quindi le ragioni che possano giustificare la deroga operata al principio della par condicio e alla libertà di concorrenza».

In attesa della decisione della Corte Costituzionale un ringraziamento agli Avvocati Matteo Acciari e Giampiero Falzone (Federconsumatori Bologna), Luca Zamagni (Federconsumatori Rimini), Daniele Portinaro (Foro di Milano) e Davide corridore, Consigliere Comunale a Milano per la preziosa collaborazione.

Della decisione del Tar del Lazio e di altre iniziative legate alla difesa dei consumatori si parlerà a Bologna nell’iniziativa pubblica prevista sabato 30 maggio 2009 ore 15, Piazza dell’Unità n. 4. Saranno presenti Antonio Mumolo (Presidente del Forum PD consumo e risparmio), Rosario Trefiletti (Presidente Federconsumatori Nazionale), Flavio Delbono (candidato Sindaco a Bologna) e Bruno Pizzica (Segretario SPI CGIL). Sono invitati tutti gli interessati.

29.04.09 Derivati: il pool di esperti di Federconsumatori Emilia Romagna

Un articolo del Resto del Carlino presenta il pool di esperti di Federconsumatori Emilia Romagna che stanno affrontando il problema dei “derivati” finanziari. Del pool fanno parte l’Avv.Antonio Mumolo, l’Avv.Giampiero Falzone, l’Avv.Matteo Acciari e l’Avv. Luca Zamagni.

29.04.09 ilrestodelcarlino

L’articolo in formato testo:

“Un vero e proprio team di esperti sui “derivati” dove gli enti locali, ma anche i singoli cittadini, oltre all’assistenza legale possono trovare consulenti capaci di “leggere” questi complicatissimi prodotti finanziari”.

Ad attivarlo subito dopo l’andata in onda, su Raitre, della trasmissione Report, nell’ottobre 2007, è stata la Federconsumatori. “Della consulta legale Federconsumatori Emilia Romagna, spiega l’Avvocato Falzone, fanno parte oltre a me il Collega Antonio Mumolo e Matteo Acciari. Mentre per Rimini l’avvocato Luca Zamagni che è anche il Coordinatore nazionale”.

Se nell’inchiesta milanese Federconsumatori si è costituita parte civile nominando come procuratore lo stesso Avvocato Luca Zamagni, sotto le due torri, ad oggi, solo un consumatore ha preso contatti con l’Associazione che ha sede in via del Porto 16. “Titolare di una ditta individuale, spiega l’Avvocato Falzone, alla, per ora solo presunta, vittima, è stato proposto da un funzionario di un noto istituto di credito bolognese, un prodotto come strumento di copertura per “difendersi” dall’aumento dei tassi d’interesse di un mutuo appena contratto”.

“Il problema però, in genere, non si verifica in questa prima fase, ma nella rinegoziazione del contratto, proposta dalla banca, nel caso specifico, per ben due volte e che ha fatto lievitare l’importo di riferimento dai 500mila euro iniziali al milione e 32mila euro finali, pari a due vecchi miliardi di lire”.

“La parte più complessa, conclude l’Avvocato Falzone, è proprio nell’analisi di questi passaggi che i nostri consulenti finanziari indipendenti stanno effettuando e che precede sempre, per prassi, ogni nostro eventuale esposto. E’ in questa fase che potrebbero nascondersi costi occulti o commissioni implicite che solo una perizia riuscirà a rivelare. L’imprenditore che si è rivolto a noi aveva già pagato alla banca, come flusso negativo, 150mila euro. Questo è stato il campanello d’allarme che lo ha convinto a volerci vedere chiaro.

Emanuela Naldi