Secondo un’indagine realizzata dall’Agenzia di sviluppo Ervet nel 2011 l’Emilia-Romagna ha visto una crescita delle certificazioni ambientali. In questo ambito la regione si conferma leader in Italia. In particolare sono aumentate le certificazioni ambientali di processo, le certificazioni ambientali di prodotto, le certificazioni di qualità e le certificazioni etiche. In particolare sono in forte crescita le certificazioni per la tutela della sicurezza e della salute sui luoghi di lavoro.

Secondo quanto comunicato dal consigliere regionale PD Antonio Mumolo “la ricerca evidenzia che la Provincia di Bologna è, insieme a Ravenna e Parma, tra le più attente all’ambiente e alle certificazioni sociali. Nel 2009 a Bologna erano state fatte 33 registrazioni EMAS, il marchio europeo che sancisce la qualita’ ambientale di aziende ed enti pubblici, diventate 42 nel 2010. Nel 2010 nella stessa provincia erano stati ottenuti 256 certificati ISO 14001, che certificano la rispondenza a standard di corretta gestione ambientale, e che sono diventati 305 nel 2011.”

“Questi dati – sottolinea il consigliere – premiano gli sforzi della Regione Emilia-Romagna, che nonostante i tagli del governo continua ad investire per la tutela ambientale e a sostenere la diffusione di produzioni e prodotti certificati sul proprio territorio: solo lo scorso maggio erano stati destinati 500 mila euro ad un bando dedicato alla registrazione EMAS di enti pubblici locali.”

“Per incentivare sistemi di produzione e modelli di consumo sostenibile – conclude Mumolo – è molto importante promuovere iniziative dedicate alla sostenibilità dei consumi, alla diffusione di tecnologie pulite e delle aree ecologicamente attrezzate: come da programma di mandato la Regione continuerà a farlo.”

Share This