Consigliere regionale PD e presidente Associazione Avvocato di strada

Lavoro. Risoluzione PD chiede il rinnovo dei contratti del pubblico impiego

“Al fine di valorizzare l’importante contributo del personale della pubblica amministrazione alla crescita del Paese, si giunga al più presto al rinnovo dei contratti del pubblico impiego, garantendo il doveroso recupero salariale, adeguate risorse per la formazione del personale nonché il riconoscimento dei lavori usuranti al personale addetto all’assistenza sanitaria, al lavoro di cura e alla polizia locale”. È la richiesta impegno nei confronti del Governo che il gruppo Pd, in una risoluzione approvata all’unanimità in commissione Bilancio, affari generali e istituzionali, ha rivolto alla Giunta regionale. La risoluzione, sottoscritta dal Consigliere regionale PD Antonio Mumolo, richiama la necessità di rispettare la sentenza della Corte costituzionale che ha stabilito l’illegittimità del blocco dei contratti del pubblico impiego. ALLEGATO Risoluzione per impegnare la Giunta a mettere in campo, nei confronti del Governo, tutte le misure possibili per arrivare in tempi rapidi e certi al rinnovo dei contratti del pubblico impiego, nel rispetto della sentenza della Corte Costituzionale n. 178/2015 e valorizzando il contributo dato dal personale della P.A. alla crescita del Paese. (18 05 16) A firma dei Consiglieri: Caliandro, Taruffi, Torri, Montalti, Serri, Sabattini, Marchetti Francesca, Calvano, Bagnari, Mumolo, Zappaterra, Poli, Boschini, Iotti, Soncini, Tarasconi, Rossi Nadia, Zoffoli, Prodi, Mori...

Risoluzione PD. Regione Emilia-Romagna vigile e attiva per contrastare il gioco d’azzardo patologico

Prosegue l’impegno del PD in Emilia-Romagna per contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo, cresciuto anche in relazione alla crisi economica internazionale. Nel 2015 – si legge in una risoluzione depositata dal Gruppo PD e sottoscritta dal Consigliere Antonio Mumolo – sono stati 1.300 i soggetti con patologie collegate alla dipendenza dal gioco in carico ai circa 40 punti di accoglienza e trattamento regionali e nel periodo 2010-14 l’utenza Sert ha registrato un incremento del 120%. La legge regionale 5/2013 incide sul triplice aspetto del contrasto, delle prevenzione e della riduzione del rischio della dipendenza da gioco d’azzardo patologico in collaborazione con istituzioni scolastiche, Enti locali, Aziende sanitarie locali, Terzo settore ed associazioni. Sulla scorta di quella legge sono stati realizzati 42 corsi di formazione obbligatori per 800 gestori di locali dedicati al gioco, è stato istituito l’Osservatorio regionale sul fenomeno del GAP, si sono programmate attività formative per il personale degli sportelli sociali e sanitari che trattano il tema per riconoscere più tempestivamente l’insorgere della patologia ed è stata interamente delegata ai Comuni la gestione della campagna SlotFreER. Agire si può, grazie alla possibilità di un più rigoroso controllo per il rilascio delle licenze per l’apertura di sale da gioco e in particolare sui processi di nuova costruzione o...

Un concerto fatto per BENE

Questa sera parteciperò in rappresentanza del Presidente Stefano Bonaccini e della Regione Emilia-Romagna a “un concerto fatto per BENE”. L’iniziativa è organizzata da AssiSLA e si terrà alle ore 21 al Teatro Auditorium Manzoni di Bologna. L’incasso della serata sarà devoluto alla Fondazione “IL BENE” per la ricerca e il il miglioramento dello stile di vita dei malati di SLA.  ...

Le foto della Festa Multietnica 2016

Con i volontari di Avvocato di strada alla Festa Multietnica 2016 della Cirenaica....

Mobilità sostenibile. Gruppo PD chiede di incentivare la realizzazione di nuove velostazioni

La Giunta “incentivi la realizzazione di nuove velostazioni, verificando anche l’opportunità di utilizzare i diversi fondi europei destinabili a tale azione”. A chiederlo è il gruppo Pd, in una risoluzione sottoscritta dal consigliere regionale Antonio Mumolo, con il fine di “offrire un servizio effettivo a favore di chi utilizza la bicicletta invece dell’auto, così supportando la lotta alle emissioni inquinanti da traffico veicolare e concorrendo alla riqualificazione urbana e ambientale, nonché alla creazione di nuove opportunità di lavoro legate alla realizzazione di officine e attività commerciali di contorno”. Come specificano i consiglieri, “lo sviluppo della rete regionale per la mobilità ciclopedonale, insieme alla promozione della cultura ciclabile, sono elementi chiave nelle politiche della mobilità sostenibile della Regione Emilia-Romagna, dal momento che l’uso della bicicletta rappresenta un tipo di mobilità direttamente correlato con l’abbattimento dell’inquinamento ambientale, la sicurezza dei trasporti, il miglioramento della qualità della vita e la percezione del paesaggio e del territorio”. La Regione, aggiungono, ha l’obiettivo di “portare la mobilità ciclabile regionale dall’attuale 10% al 15% entro il 2020”. A Bologna, concludono gli esponenti del Pd, “esiste già una velostazione: la prima esperienza a livello nazionale, un modello copiato ed esportato in altre regioni”. ALLEGATO Risoluzione per impegnare la Giunta a sviluppare, offrendo un effettivo servizio a chi...

Residenza e diritto di voto, il paradosso italiano

Diritto di voto e residenza anagrafica. Una mia intervista a Piazza Grande, il giornale di strada...

19.05.16 Milano. Le foto del convegno “Non esistono cause perse”

Alcune immagini del convegno “Non esistono cause perse” organizzato da Avvocato di strada Milano e Centro San Fedele...

21.05.16 Festival Biblico Rovigo: “Non Esistono Cause Perse”

Nel corso del Festival Biblico che si terrà a Rovigo dal 20 al 22 maggio 2016, sabato 21 maggio alle h.10 si terrà l’iniziativa: Avvocati di strada. Non esistono cause perse Antonio Mumolo, presidente associazione; Francesco Carricato, avvocato di strada Ore 10.00, Salone di rappresentanza di palazzo Roncale. Conversazione con i promotori dell’associazione di tutela legale gratuita alle persone senza dimora; il più grande studio legale italiano (e anche quello che fattura meno). LINK http://www.festivalbiblico.it/...

Intervista al quotidiano “La discussione”

“Presidente, è più fiero per il lavoro che profondete quotidianamente in favore dei più deboli o si sente più preoccupato per il dilagante disagio sociale?” “È difficile rispondere. Da una parte c’è la soddisfazione per vedere quanta strada siamo riusciti a fare. Quando questa esperienza è nata, circa 15 anni fa, eravamo solamente due volontari e non avremmo mai immaginato che un piccolo progetto come il nostro potesse diventare così grande. Oggi la nostra associazione è formata da oltre 700 avvocati che fanno volontariato in 41 città italiane e ogni anno tuteliamo migliaia di persone senza dimora. Tutto merito dei nostri “volontari del diritto”, la ricchezza più grande della nostra associazione, che mettono a disposizione dei più deboli tempo, energie e passione per tutelare i diritti dei deboli. Di loro non posso che essere orgoglioso”. Una mia intervista al quotidiano “La discussione”...
Pagina 1 di 139123...Ultima »
Powered by WordPress | Designed by Elegant Themes